Pasta all’acqua

Pasta all'acqua

Come produrre in casa un unguento a base di ossido di zinco, con azione lenitiva e protettiva.

Ecco una ricetta semplice, come sempre, con pochissimi ingredienti, multiuso e adatta alla pelle delicata dei bambini, degli adulti e anche degli anziani!

Si tratta di un antico unguento a base di ossido di zinco (l’ingrediente principe della pasta Fissan, tanto per capirci, che si usa ad ogni cambio pannolino);

Quali sono i suoi utilizzi?

  1. Ottimo lenitivo per le scottature della pelle, arrossamenti da abrasioni e sfregamenti;
  2. Dermoprotettivo per prevenire irritazioni da pannolino, da slip e biancheria, per lo sfregamento della pelle sudata nella stagione calda estiva;
  3. Sulla pelle acneica degli adolescenti, sui brufoli che vengono nel periodo pre-mestruale, aiuta ad asciugare il pus e ridurre l’infiammazione;
  4. Per le piccole scottature casalinghe, da ferro da stiro, da padelle roventi, aiuta a lenire le vesciche e  calmare il bruciore;
  5. Per le insolazioni e esposizioni solari, aiuta a lenire la pelle scottata;
  6. Blando cicatrizzante per aiutare la guarigione di piccole ferite.

Ecco cosa ci serve per produrre questo prezioso prodotto, da tenere sempre in casa!

Ingredienti:

Per una jar da 40g
 
Acqua demineralizzata10g
Glicerolo vegetale10g
Ossido di zinco10g
Talco micronizzato10g

Procedimento:

  1. In una ciotolina di vetro ben pulita ed asciugata, stemperare il talco micronizzato e l’ossido di zinco col glicerolo vegetale con l’aiuto di una palettina di plastica;
  2. Ridotto a pasta piuttosto densa, si aggiunge poco a poco l’acqua demineralizzata, facendo attenzione a non creare grumi.

 Come lo uso:

  • Si preleva col polpastrello e si picchietta sui brufoli del viso, del collo e décolleté, laddove ci siano imperfezioni da asciugare o cicatrizzare, meglio la sera prima di dormire, su pelle lavata con un detergente a base di sapone e ben asciutta.
  • Per il cambio pannolino, per la pelle abrasa e irritata da sudore, per esempio tra le cosce, tra le pieghe di pancia e ginocchia, sotto le ascelle, dietro la schiena, si può procedere a fare degli impacchi, mettendo sulla pelle pulita una generosa quantità di pasta all’acqua, poi si copre con garze di cotone sterile, per favorire la posa e l’assorbimento. Da tenere almeno mezz’ora, meglio un’ora. Si sciacqua con acqua tiepida e si tampona con una salvietta.

Qualche idea in più:

  • L’ossido di zinco si reperisce in farmacia, laboratori galenici e negozi di materie prime cosmetiche on-line;
  • Il talco micronizzato si reperisce allo stesso modo dell’ossido di zinco, eventualmente potete sostituirlo con talco per neonati, meglio se senza profumo;
  • Il prodotto non ha conservanti, ma si mantiene bene per alcune settimane se riposto in una giarrettina con tappo a vite, lavata precedentemente e fatta asciugare all’aria.
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>