Riflessare i capelli coi colori dell’autunno: naturale, facile ed economico

3 modi semplici e naturali per donare riflessi caldi ai capelli, senza ingredienti aggressivi, rinforzandoli e nutrendoli.

impacco per capelli autunno

L’autunno è ormai arrivato con le sue giornate più brevi e molto fresche.

Prendiamoci cura dei nostri capelli, che in questo periodo delle castagne subiscono stress climatici e stagionali importanti.

I problemi più frequenti sono la caduta massiccia nel periodo delle castagne, un indebolimento generale della chioma e doppie punte.

Quali sono le cause? Sicuramente più di una, alcune delle più importanti:

- Stress;

- Ciclo vitale del capello, che ogni 5-6 anni compie il turn over;

- Età. Con la menopausa l’influsso degli ormoni estrogenici si ripercuote su tutto l’apparato tegumentario, dunque pelle, unghie e….capelli;

- Dieta carente di aminoacidi solforati, vitamine e proteine nobili.

- Trattamenti troppo aggressivi, brushing selvaggio, tinture e decolorazioni, abuso di piastra e spazzola e phon.

Come mi prendo cura dei capelli.

Curo molto il pre-shampoo. Mi piace fare maschere ristrutturanti ed ammorbidenti prima di lavare i capelli. Questo consente di nutrirli ed evitare l’azione troppo sgrassante dello shampoo, perché il capello è ricoperto di impacco.

Qui vi propongo qualche semplice metodo per ottenere un effetto riflessante naturale, rafforzante del colore, prevenendo il grigio precoce.

Impacco n^ 1. ( adatto ai capelli chiari)

impacco per capelli 3

Si tratta di un impacco a base di BIRRA.

1. Comprate pure una lattina al discount, possibilmente analcolica, e versatela in una ciotola per farla sgassare un po’.

2. Si applica su tutti i capelli, massaggiando le radici.

3. Si avvolgono i capelli in una cuffia da doccia e un asciugamano per mantenere il calore in testa e far penetrare meglio i principi.

4. Si tiene in posa almeno 30 minuti ( più sta in testa meglio è).

5- Si procede allo shampoo abituale.

Questa bevanda molto antica è una miscela di malto fermentato, con luppolo, saccaromiceti, amidi e zuccheri, nutre i capelli e li schiarisce gradualmente di un bel colore caldo e dorato. Otterrete una chioma molto morbida e luminosa!

Impacco n^2. ( adatto alle brune)

impacco per capelli 1

Impacco di Heenara. Lo adoro.

Si tratta di una miscela di 14 erbe, tra le quali amla, maka, hennè, polvere di neem, aloe ed arancia.

Conferisce estrema morbidezza e districabilità alla chioma. Dona un meraviglioso riflesso amarena ai capelli da castano chiaro a castano scuro/nero.

Si trova nelle erboristerie fornite, nei negozi indiani di ayurvedica, in numerosi siti on-line a circa 3 euro per 100g di prodotto.

Come si usa?

1. Si prepara una pappa di polvere ed acqua calda ( volendo si può sostituire l’acqua con una tisana di thè nero per acuire il riflesso, oppure un infuso di rosmarino, salvia e bucce di agrume per un potere purificante sul cuoio capelluto)

2. Si può lasciare a riposare per qualche ora prima dell’utilizzo, per ottenere un potere colorante più intenso.

3. Si applica massaggiando su tutta la capigliatura, si applica una cuffietta da doccia e un asciugamano per favorire il calore.

4. Si lascia in posa almeno 60 minuti.

5. Si sciacqua tutto con acqua calda e si procede allo shampoo ordinario.

Impacco n^3. ( adatto a tutti i tipi di capelli)

impacco per capelli 2

L’ingrediente principale è lo YOGURT.

Rinforza i capelli, li nutre, è lievemente acido e quindi chiude le cuticole del fusto capillare, lucidandolo.

Per riflessare i capelli basterà un vasetto di yogurt bianco e:

- Un cucchiaio abbondante di cacao nero in polvere, per i capelli scuri. Conferisce un riflesso color cioccolato davvero goloso… per non parlare dell’aroma di pasticcino che sprigiona e regala ai capelli!

- Un cucchiaino di Zafferano e/o curcuma, per i capelli biondi. Sono ingredienti che rafforzano il colore dorato, adatto particolarmente ai biondi cenere. Si può arricchire con un po’ di zenzero grattugiato, per dare un aroma agrumato e purificante molto piacevole.

N.B.: La curcuma è fortemente tintoria, se si eccede nelle dosi si può ottenere un biondo/ giallo molto acceso, poco naturale. Per evitare questo inconveniente, usatene quantità molto basse, oppure miscelate con altre erbe, come la Cassia ( 85% Cassia e 15% curcuma)

In modo facoltativo si può aggiungere un cucchiaio o due, a seconda della lunghezza dei capelli, abbondante di olio di oliva, per aumentare il potere nutriente, soprattutto per le punte secche.

Come si usa?

Per la versione yogurt/cacao:

  1. Si scaldano 2 cucchiai di acqua, si scioglie la polvere di cacao ottenendo una crema molto liscia e aromatica
  2. Si aggiunge la crema al cacao allo yogurt, nelle stagioni fredde potete scaldarlo per pochi minuti a bagnomaria per intiepidirlo dolcemente
  3. Si applica questa maschera riflessante e si lascia in posa per circa 1 ora.
  4. Si sciacqua abbondantemente e si procede al lavaggio normale

Per la versione yogurt/curcuma:

  1. Si scioglie in pochissima acqua calda 1 massimo 2 cucchiaini di curcuma, a seconda della lunghezza dei capelli. Infatti questa polvere ha un potere tintorio molto accentuato ed è meglio non esagerare.
  2. Si lascia intiepidire la pastella ottenuta
  3. Si aggiunge allo yogurt e si applica sui capelli per 30 minuti fino ad un massimo di 2 ore, perchè potrebbe risultare irritante sul cuoio capelluto.
  4. Si risciacqua abbondantemente e si procede al lavaggio.
  5. Indicato un risciacquo acido con limone o aceto per chiudere le squame del capello e lucidare

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Comments

    • dice

      Ciao Lara, hai ragione, perdona la dimenticanza. Ti consiglio una posa da un minimo di 30 minuti a un massimo di 2 ore. Infatti la curcuma tenuta troppo a lungo a contatto col cuoio capelluto, potrebbe risultare irritante. Grazie per avermelo segnalato, modifico l’articolo :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>